Home » Blog

Blog

UNA SCHEDA PER RIPRENDERE ATTIVITA’ FISICA

UNA SCHEDA PER RIPRENDERE ATTIVITA’ FISICA - Silvio Porro

                        

Settembre, si ricomincia il solito tran tran, ma si ritorna dalle ferie con tanti buoni propositi.

 

Ecco dunque una scheda di allenamento molto semplice per chi vuole riprendere il ritmo.

 

Si inizia sempre con un po’ di riscaldamento, bastano 2 o 3 minuti di cyclette per aumentare la temperatura corporea e prepararsi all’allenamento vero e proprio. Non serve correre come dei criceti sul tappeto.

 

Primo esercizio: chest press. Per allenare il muscolo pettorale, i tricipiti in maniera indiretta e un po’ di spalle. Facciamo 3 serie da 10 ripetizioni con una pausa di circa un minuto o meno.

Il carico? Quello che ci permette di arrivare a 10 ripetizioni con un po’ di fatica.

 

Secondo esercizio: lat machine con triangolo. Alleniamo la schiena e i bicipiti. Manteniamo le 3 serie da 10 ripetizioni.

 

Terzo esercizio: pressa orizzontale. Per le gambe ed i glutei. Carico pesante ma non troppo. 3 serie da 10.

 

Quarto esercizio: spalle alla shoulder press. Spingiamo in alto queste braccia, mi raccomando le spalle sempre basse. 3 serie da 10.

 

Ultimo esercizio: addominali. Vanno fatti ad ogni allenamento, anche se “gli addominali si fanno a tavola“, crunch alla macchina, 2 serie da 15.

Agli esercizi per gli addominali dedicherò un post più avanti.

 

Alla fine ancora un po’ di cyclette per il defaticamento.  3 minuti e poi una bella doccia.

ALLENARSI CON I PESI

ALLENARSI CON I PESI - Silvio Porro


Perché dovrei andare in palestra e fare fatica a sollevando pesi?

Preferirei fare i corsi di gruppo e poi mi piace camminare all’aria aperta, che cosa potrei ottenere da un allenamento con i pesi?

Queste sono alcune delle domande che mi sento rivolgere.

 

Cercherò di rispondere qui.


La palestra è un luogo dove troviamo delle macchine e dei “pesi liberi” (oltre a tapis roulant, cyclette, step, vogatori, ecc ecc) e con questi pesi si lavora, facendo determinati movimenti (esercizi) in un determinato modo (tecnica) per un numero variabile di serie e ripetizioni (volume di allenamento).

I motivi per cui ci si dovrebbe allenare con i pesi sono diversi. Uno dei tanti, secondo me il più importante, è che i pesi ci permettono di scaricare tutta la tensione accumulata durante la giornata.

Qualcuno potrebbe obiettare che anche con i corsi di gruppo, con le partite a tennis o di calcio o con altri sport si scarichi la tensione, si certo è vero, ma l’unica attività che ci permette di modificare la composizione corporea, aumentare la massa muscolare, migliorare il tono muscolare, diventare più forti, è l’ allenamento con sovraccarico progressivo, ovvero sollevare pesi.

Quando proverete l’ansia per la prova costume, ricordate che sollevare pesi potrà essere il vostro alleato numero uno. Insieme ad una dieta specifica, naturalmente.

GLI OVER 40

GLI OVER 40 - Silvio Porro

 

In quanto personal trainer, tutti i giorni cerco notizie, mi informo, studio quello che riguarda il mondo del fitness e del sollevamento pesi in generale.


Su youtube ci sono un sacco di ragazzi che postano video su allenamenti, alimentazione ed esperienze sui risultati ottenuti.


Ho notato una cosa però: l’età media di questi youtubers è di circa 25 anni, quindi con un’esperienza alle spalle al massimo di 5-7 anni nel campo del fitness. Questi ragazzi si propongono e si relazionano con persone della loro età.

Sono tutti molto preparati, ma gli youtubers over 40 sono veramente pochi.


Cosa dovrebbe fare un over 40 per avere dei risultati apprezzabili con il sollevamento pesi?


In base alla mia esperienza, ho 45 anni e mi alleno da 27, quello che ci differenzia dai ragazzi più giovani è il recupero muscolare; dopo un allenamento veramente intenso ci vuole qualche giorno in più prima di allenarsi nuovamente in maniera intensa ed avere buoni risultati.


Anche riguardo l’alimentazione, i tempi sono un po’ più lunghi per avere una diminuzione della massa grassa, ma si arriva comunque ad ottenere la forma desiderata.


Un’altra differenza è il riscaldamento: per l’over 40 riscaldamento e mobility (o stretching, che dir si voglia) sono assolutamente OBBLIGATORI. Evitano dolori e peggio ancora, stiramenti o strappettini vari e ci consentono di allenarci in maniera continuativa senza fastidiosi inconvenienti.

LA FORZA

LA FORZA - Silvio Porro

  


“La forza si può paragonare ad un bicchiere che può essere riempito con altre qualità. Più grande è il bicchiere, più resistenza, abilità sportiva, perdita di grasso, ecc., esso può contenere.” (Pavel Tsatsouline)

 

 

 

Perché ci si iscrive in palestra? Per rimettersi in forma? Per perdere peso? Per aumentare la massa muscolare? Per vedersi meglio allo specchio? Per migliorare le prestazioni sportive?

 


Gli obiettivi possono essere molteplici, ma l’unico modo per raggiungerli è diventare più FORTI.

 

Si possono passare ore e ore su un tapis roulant, fare stretching, frequentare corsi, ma se si è intenzionati a cambiare il proprio aspetto davanti allo specchio, allora bisogna sollevare pesi, pesi sempre più pesanti, perché il nostro corpo è furbissimo e si adatta al carico in men che non si dica.

 


Certo, va curata anche l’alimentazione, ma per ottenere risultati in breve tempo, quei pesi vanno sollevati. Dopotutto, il muscolo brucia più calorie a riposo, quindi più muscoli si hanno, più facilmente si dimagrisce.

 


Ho allenato un nuotatore che all’inizio era scettico riguardo al lavoro con i pesi.

 

Diventando più forte ha ottenuto movimenti di braccia e gambe più potenti, aumentando di conseguenza la sua velocità in vasca. Ad ogni allenamento mi riferiva del miglioramento delle sue performance.

 


Chiunque può trarre giovamento dall’aumento della forza, anche chi non pratica sport a livello agonistico.

 

GLI ISTUTTORI IN PALESTRA

GLI ISTUTTORI IN PALESTRA - Silvio Porro

Quali sono i compiti di un istruttore in palestra? I primi che mi vengono in mente sono la preparazione delle schede, la spiegazione degli esercizi, il supporto alle macchine.

E questo è anche ciò che si aspetta un cliente.

Dando per scontate una preparazione tecnica sufficiente, una certa professionalità ed una buona predisposizione, quanti istruttori svolgono con passione i propri compiti? Io ne ho conosciuti tanti ma, purtroppo, come capita in ogni settore lavorativo, ci sono anche delle figure meno brillanti nel firmamento delle palestre.

Chi lavora a contatto con il pubblico e per di più ne è responsabile per quanto riguarda l’incolumità fisica , non può sottrarsi alla sorveglianza ed al supporto di chiunque si trovi impegnato nello svolgimento di un esercizio, principiante o esperto che sia.

E’ la passione degli istruttori che fa la differenza tra una palestra ed un’altra.

Io sono un personal trainer, aiuto le persone a raggiungere la forma fisica che desiderano.
Vi siete mai trovati in difficoltà in una palestra tentando un massimale senza alcun aiuto ? Si? Anche io.

Proprio per questo ai miei clienti dedico sempre tutta la mia attenzione, mettendo al loro servizio non soltanto la mia preparazione tecnica e professionale, ma anche la mia sensibilità, empatia e passione.

Vorrei dare 3 consigli pratici a chi deve iscriversi in palestra o vuole scegliere un personal trainer.

Attenzione alle low cost
Informatevi sulla preparazione del personal trainer
Aspettate prima di acquistare integratori, se ve li propongono.

Silvio Porro

Silvio Porro

Mi puoi trovare in queste palestre: EASY LIFE (clicca sull'immagine per le info) NEW BODY FITNESS, via Briantea 8 Ambivere (BG) Studio posturale NUOVA KINE via plazza 36 Predore (BG)

Silvio Porro

Silvio Porro

Cercami su facebook

Silvio Porro

Acquista Integratori dal mio sito